Benvenuto , il GranCaffèTeam augura buona navigazione

Login utente
Utente
Password
Ricordami


Non sei ancora registrato? Puoi farlo adesso!. Come utente registrato avrai diversi vantaggi come la gestione dei temi grafici, la possibilità di inviare notizie e commenti.

Benvenuto ospite
Utenti:  Utenti:
Ultimo:  Nuovi oggi: 0
Ultimo:  Nuovi ieri: 0
Ultimo:  Totali: 7455
Ultimo:  Ultimo:
linda p
Utenti:  Collegato
Utenti:  Utenti: 0
Ospiti:  Ospiti: 55
Totali:  Totali: 55
Utenti:  Utenti collegati
Nessun utente collegato
Menu principale
Nel sito...
Utility
Ci segnalano...
Newsletter per la formazione in rete

Annali dell'istruzione


Consultazione


il motore di ricerca ecologico
per bambini e ragazzi

Un vascello per navigare sicuri
Inviato da : Stefy

Sono...nuova e mi presento: mi chiamo Stefania e sono un'insegnante di lettere in una scuola media. Desideravo farvi partecipi di una mia piccola soddisfazione personale rivolta, però, ai bambini e ragazzini dalla materna alle medie.
Tutto è iniziato prima delle vacanze di Pasqua di quest'anno quando...
 


aprendo una mail inviatami insieme ad altre colleghe, mi si invitava a provare un nuovo browser per bambini e ragazzini in tutta "sicurezza". Devo essere sincera: la cosa, mentre da un lato mi allettava molto, dall'altra mi preoccupava non poco. Il tempo a disposizione era di un mesetto circa, le vacanze di Pasqua incombevano e le mie competenze informatiche erano e sono non da aquila reale, ma da papera da cortile...Ma il browser aveva un nome simpatico: si chiamava e si chiama "Il Veliero" della SAM (http://www.ilveliero.info/). Che fare, perciò??? Le colleghe della mail mi erano completamente sconosciute: tutte del Piemonte, certo, ma la regione non è poi tanto piccola e le scuole sono molte... Ha vinto la mia curiosità scimmiesca ed armata di buona volontà e piglio energico ho accettato la proposta.
Nelle vacanze di Pasqua ho iniziato a vedere da sola il programma: era semplice, divertente, con una grafica accattivante, bei disegni, dotato di chat, posta e messaggi da mandare ad uno sconosciutissimo capitano...magari biondo e con due occhi blu...che abbiamo poi scoperto di essere una fanciulla dolce e sensibile con i bambini...
Trascorse le vacanze, quindi, mi sono trovata a smanettare, come d'altra parte tutte le mie colleghe della mail, su due fronti: da una parte insieme ai bambini e dall'altra tra di noi.
Con i bambini è stato piuttosto semplice anche se i "miei" non erano più tanto piccoli: lo scorso anno avevo una prima media, classe che continuo a portare avanti anche quest'anno in seconda. Insieme a me, c'erano le colleghe delle altre scuole piemontesi: undici scuole per una dozzina di insegnanti, alcune della materna, altre delle elementari ed io con la mia media. Un bel gruppetto assortito, insomma. Assortito e carico di entusiasmo. I ragazzini poi, si sa, si entusiasmano facilmente alle novità, anche se devo dire che erano sempre tutti pronti a trovare anche suggerimenti, proposte e magari, e perchè no, anche critiche.
Devo dire che anche con le colleghe è stato piuttosto semplice anche se non ne conoscevo nessuna di persona: ci siamo sempre confrontate su quello che facevamo con i bambini e tra di noi, scrivendo quasi in tempo reale su un nostro forum che ci era stato messo a disposizione.
Divertente, ma impegnativo, in circa un mese abbiamo scritto un numero esorbitante di interventi e di post, tutto questo senza mai vederci e neppure sentirci per telefono. Computer, solo computer, nulla di nulla se non una tastiera ed un monitor...
E così, post dopo post è arrivato maggio e ci è stato proposto di presentare programma ed esperienza alla "Fiera Internazionale del Libro di Torino". Tra cuore e batticuore(...per alcune di noi era la prima esperienza pubblica e tra queste c'ero pure io...), ansie e panico vario, due per volta per ogni giornata della manifestazione, ci siamo alternate con microfono e schermo a raccontare tutto di noi e dei nostri ragazzini.
Ma a Torino ci aspettava un'altra sorpresa:perchè non raccogliere tutto il lavoro fatto e scrivere magari un libretto, magari illustrato con disegni dei bambini, magari abbellito con fotografie, magari con un bel CD annesso e connesso??? Detto e fatto e noi, gruppetto ormai "wonder" di "insegnanti wonder" abbiamo atteso l'evento fino alla scorsa settimana quando...
Il libretto sarà presente al TED di Genova, ma sarà presentato ufficialmente a Torino ed a Vercelli a dicembre. Si intitola "Un vascello per navigare sicuri" ed ha anche il CD del browser "Il Veliero".  E' pubblicato dall'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.

17 Nov 2004  Leggi tutto... (3873 byte rimanenti) 3 Commenti Invia quest'articolo ad un amico Stampa la pagina
Crediti Powered by MDPro