Carnevale,
il significato e le sue origini

Il periodo del carnevale inizia dopo l'Epifania, il 7 gennaio, e finisce il giorno prima delle ceneri, cioè il primo giorno di Quaresima.

Durante i giorni di Quaresima non si mangia carne, ma in molti luoghi d'Italia non si rinuncia al divertimento.

Ecco, questo è il vero significato della parola carnevale.

Nel passato il carnevale raggiunse il massimo splendore a Firenze, VENEZIA, Torino, Ivrea, Nizza. A Firenze, grazie all'aiuto dei Medici, che erano dei signorotti, il carnevale era grandioso .

Secondo gli scienziati il carnevale deriva da una festa latina dove si metteva a morte un fantoccio vestito da re.

A metà Quaresima c'è il carnevalino che è come carnevale perché si fanno le stesse cose.

Il carnevale fu vivo anche tra i popoli molto antichi.

Ricordiamo le feste dei Babilonesi e degli Egiziani che adoravano il dio cherubis.

Venuto il giorno stabilito, gli antichi popoli dipingevano un bue e le corna venivano colorate di oro. Il bue veniva portato per le vie principali e un ragazzo stava in sella. Tutti assistevamo a questa cerimonia.

Finito di percorrere le vie l'animale veniva donato in sacrificio.

Giovanni