HomePage | Il Progetto | Gli Autori | Il plastico | Le mappe concettuali |

L'origine dell'universo
Prima dell'Universo
Il Big Bang
Nasce la Terra
I reperti
Un sito archeologico
Come si scava in un sito archeologico
I fossili
La fossilizzazione

La nascita della vita sulla Terra
Le epoche storiche
Nasce la vita sulla Terra
I dinosauri Approfondimento
L'estinzione dei dinosauri
Le ere più recenti

La storia dell'uomo
Le scimmie antropomorfe
Gli australopitechi
Gli ominidi
Homo abilis
Homo erectus
Homo sapiens
Il paleolitico
La caccia
Il fuoco
La comunicazione
Vita nel gruppo
I morti
Gli attrezzi
Il neolitico
La caccia
L'uomo addomestica gli animali
L'agricoltura
La tessitura
La ceramica
I villaggi
Lavorazione dei metalli


Un sito archeologico

 

Un sito archeologico è pieno di fonti utili per ricostruire la storia di centinaia di anni fa.

Un sito archeologico è un insieme di reperti, cioè oggetti o animali e vegetali, vissuti milioni di anni fa, pietrificati e con il passare del tempo rimasti sotterrati.

I reperti non crescono sugli alberi... per trovarli è necessario individuare un sito archeologico, poi si scava molto lentamente in modo da recuperare anche il più piccolo frammento di reperto.

Ci sono sei categorie di persone che studiano tutto questo:
il geologo studia la terra per sapere com'è cambiata nel tempo, il paleontologo studia i resti di animali e uomini, l'antropologo le abitudini di vita degli uomini, il paleobotanico i resti di semi e piante, l'archeologo gli oggetti costruiti dall'uomo, infine il fotografo scatta le foto per ricordare in che posizione sono stati trovati i reperti, ma il lavoro non è finito qui!
Bisogna pulirli delicatamente, datarli, metterli in ordine cronologico e conoscere il clima.

Ricostrure la storia della terra è davvero un lavoro lungo e faticoso, ma poi si ottengono grandi e pregevoli risultati.

Elisa

A.S. 2007-08 - Classe Terza
Scuola Primaria di Zoppè - IC San Vendemiano, Treviso
Insegnanti Patrizia Bolzan e Sandra Feltrin