HomePage | Il Progetto | Gli Autori | Il plastico | Le mappe concettuali |

L'origine dell'universo
Prima dell'Universo
Il Big Bang
Nasce la Terra
I reperti
Un sito archeologico
Come si scava in un sito archeologico
I fossili
La fossilizzazione

La nascita della vita sulla Terra
Le epoche storiche
Nasce la vita sulla Terra
I dinosauri Approfondimento
L'estinzione dei dinosauri
Le ere più recenti

La storia dell'uomo
Le scimmie antropomorfe
Gli australopitechi
Gli ominidi
Homo abilis
Homo erectus
Homo sapiens
Il paleolitico
La caccia
Il fuoco
La comunicazione
Vita nel gruppo
I morti
Gli attrezzi
Il neolitico
La caccia
L'uomo addomestica gli animali
L'agricoltura
La tessitura
La ceramica
I villaggi
Lavorazione dei metalli


Il paleolitico: il fuoco

I Cro-Magnon, a differenza dei loro predecessori, badavano al fuoco perché non si spegnesse.

Avevano imparato ad accendere il fuoco in diversi sistemi, per esempio sfregando la pietra focaia.

Con l'uso del fuoco avevano migliorato il loro modo di cucinare: per esempio arrostivano le carni, cucinavano le minestre e gli stufati.

L'Homo Erectus, l'homo di Neanderthal (homo sapiens ritrovato in una valle della Germania) e l'uomo di Cro-Magnon (homo sapiens sapiens ritrovato in un villaggio in Francia) vivevano di caccia e raccolta.

Marco e Adem

 

L'IMPORTANZA DEL FUOCO

Gli uomini, in fondo, conoscevano il fuoco da sempre:

  • i vulcani incendiavano le foreste;
  • i fulmini che si abbattevano sugli alberi bruciandoli.

Gli uomini, quando scoprirono il fuoco, notarono che tutti gli animali avevano paura delle fiamme e potevano così rimanere più tranquilli se vicino a loro c'era un focolare acceso.

Avevano scoperto anche che con il fuoco potevano fare la luce, potevano riscaldarsi e costruire le torce.

Il fuoco serviva agli uomini per cucinare la carne e per farla diventare più saporita.

La scoperta del fuoco Il fuoco nella caverna Il focolare

Unico problema era che il fuoco non doveva mai spegnersi perché l'uomo non sapeva ancora come fare per accenderlo. Per questo motivo c'erano degli incaricati che dovevano controllare che il fuoco rimanesse acceso.
Questa era un incarico importante perchè la vita del gruppo dipendeva da loro.

Col passare del tempo gli uomini impararono ad accendere il fuoco: strofinavano fra loro due legnetti secchi finchè si scaldavano e si incendiavano. Le scintille incendiavano le foglie secche che gli uomini avvicinavano premurosamente.

Elena e Stefano

A.S. 2007-08 - Classe Terza
Scuola Primaria di Zoppè - IC San Vendemiano, Treviso
Insegnanti Patrizia Bolzan e Sandra Feltrin