Home | Il Progetto | Gli Autori | Il murale | Le mappe concettuali |


Le civiltà della Mesopotamia
...I Sumeri
...I Babilonesi
...Gli Assiri
La civiltà egizia
La civiltà egizia oggi e un tempo
La formazione del regno
Il Faraone
L'Egitto nel tempo
Il lavoro dei contadini
Navigare sul Nilo senza fatica
La religione e gli dei
Un mito egizio
L'oltretomba
Le piramidi
La tomba di Tutankhamon
La piramide sociale
Vita quotidiana
La scrittura egizia
Ricette, amuleti
Arte

La civiltà dell'Indo
La civiltà cinese


Gli Ebrei

La civiltà dei Fenici

La civiltà Cretese
La civiltà Micenea

Gli Egizi

Un mito egizio

Gli Egizi, per spiegarsi la venuta delle cose, usano i miti. Uno di questi è quello della creazione del mondo.

Ecco uno scrittore, Wilbur Smith, come racconta questo mito Egizio.

“Dai confini del mondo nasce Amon-Ra colui che crea se stesso.

Da Amon-Ra nasce Geb e Nut.

Geb e Nut si sposarono e fecero due figli maschi, Seth e Osiride, e due Dee, di cui una era Iside.

Osiride e Iside si sposarono e fecero un figlio, Horus.

Osiride partì per un lungo viaggio per civilizzare anche gli altri paesi dopo l'Egitto.

Seth era invidioso di suo fratello Osiride e, quando tornò, lo divise in quattordici pezzi e li sparse per tutto il mondo.

Le sorelle disperate andarono a cercare tutti i pezzi e quando li trovarono tutti e quattordici andarono da Amon-Ra che li rimise insieme e così fece tornare in vita Osiride, anche se non in carne e ossa.

Osiride venne imbalsamato da sua moglie Iside e diventò così il Dio dell'oltretomba.

Horus, diventato adulto, vendicò suo padre e riuscì a sconfiggere Seth, nonostante fosse senza un occhio a causa di tutte quelle guerre verso Seth.

Quando Horus morì, venne messa nella sua tombala testa di falco.”

Gianluca ed Elisa

A.S. 2008-09 - Classe Quarta
Scuola Primaria di Zoppè - IC San Vendemiano, Treviso
Insegnanti Patrizia Bolzan e Sandra Feltrin