Benvenuto , il GranCaffèTeam augura buona navigazione

Login utente
Utente
Password
Ricordami


Non sei ancora registrato? Puoi farlo adesso!. Come utente registrato avrai diversi vantaggi come la gestione dei temi grafici, la possibilità di inviare notizie e commenti.

Benvenuto ospite
Utenti:  Utenti:
Ultimo:  Nuovi oggi: 0
Ultimo:  Nuovi ieri: 0
Ultimo:  Totali: 7449
Ultimo:  Ultimo:
wallace
Utenti:  Collegato
Utenti:  Utenti: 0
Ospiti:  Ospiti: 39
Totali:  Totali: 39
Utenti:  Utenti collegati
Nessun utente collegato
Menu principale
Nel sito...
Utility
Ci segnalano...
Newsletter per la formazione in rete

Annali dell'istruzione


Consultazione


il motore di ricerca ecologico
per bambini e ragazzi

Indice documenti - Approfondimenti - articoli e riviste
  Data 09-Lug-2004  Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa

articoli e riviste

Autorevoli interviste e  articoli...

Che cosa sono i Learning Object?
I Learning Objects (LO) sono elementi di un nuovo tipo di didattica on line basata su un paradigma dell'informatica orientato sugli oggetti. Esso sostiene la realizzazione di corsi on-line mediante componenti che possono essere riutilizzati più volte in contesti differenti.


Intervista con Seymour Papert

Collegatevi alla rete, non è in classe che si impara
La scuola tradizionale è inesorabilmente superata, sostiene in questa intervista il massimo esperto mondiale di informatica per l'infanzia. Utilizzando il computer sotto la guida di insegnanti preparati, gli esperimenti dimostrano che tutti i bambini riescono ad apprendere meglio, e molto più rapidamente

Franco Prattico
L'insegnante del duemila sarà un navigante del sapere
Incidendo sulla capacità di trasmettere e recepire informazioni, la diffusione della telematica trasformerà profondamente i nostri processi di apprendimento. I computer, i cd-rom e Internet sostituiranno la cultura del libro, e "conoscere" significherà imparare a navigare in un mare sterminato di dati.

Roberto Maragliano

"Esseri multimediali"

Dentro l'ambiente domestico e negli altri spazi non scolastici dentro i quali si trova ad agire, il bambino (ogni bambino, oggi, nel nostro villaggio) fa esperienza e conoscenza di sé, dell'altro, del mondo con un approccio che non è improprio definire "multimediale".

Il bambino di questo scorcio di fine secolo è un essere multimediale.


Vittorio Midoro

A scuola con il computer nell'astuccio

L'intervistato illustra quali sono i progetti dell'Istituto Tecnologie Didattiche di Genova con la collaborazione di varie strutture di ricerca.


Seymour Papert

Bambini e adulti a scuola con il computer

Inoltre ai bambini si dovrebbe insegnare ad imparare da soli e non li si dovrebbe semplicemente indottrinare. Nello studio della matematica, la materia forse più ostica nei primi anni di scuola, l'uso del computer può far finalmente capire che la matematica è un modo di pensiero attivo. Nello studio l'uso del computer rende la conoscenza attiva perché permette di creare subito delle applicazioni di quello che si è appreso.


Franco Torriani

Multimedialità e didattica

La rivoluzione del digitale porterà ad una evoluzione sia della didattica che della cultura in senso generale.La multimedialità, che sembra solo ora riscoperta, é molto più vicina alla natura di quanto non si pensi.Le nuove tecnologie offriranno grandi vantaggi all'uomo e gli permetteranno di realizzare a pieno la sua identità.


Roberto Maragliano

La nuova didattica multimediale

La multimedialità va vista come la grande occasione che la scuola ha per un effettivo cambiamento.

 
Indice documenti - Approfondimenti - articoli e riviste
Crediti Powered by MDPro